Home Politica Politica Firenze

Giani su zona gialla: Dobbiamo impegnarci, fare la nostra parte

0
CONDIVIDI
Il governatore della Toscana Eugenio Giani

La Toscana è stata inserita tra le zone gialle dove ci sono Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Sardegna, Toscana, Veneto, Umbria e le province autonome di Trento e Bolzano.

In queste zone varranno le misure nazionali, dal coprifuoco dalle 22 alle 5, la chiusura dei centri commerciali nei fine settimana, lo stop a mostre e musei, la chiusura dei corner di giochi e scommesse, la riduzione della capienza nel trasporto pubblico locale  e la didattica a distanza al 100% per le superiori.

Dobbiamo impegnarci – ha dichiarato il governatore della Toscana Eugenio Giani – per non peggiorare la situazione, dobbiamo fare la nostra parte”.

“Dalle 22 alle 5 del mattino – puntualizza il governatore – sarà possibile spostarsi solo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute. Sono consentiti gli spostamenti anche fuori Regione, purché quelle confinanti siano nella stessa zona di rischio moderato. Saranno chiusi i centri commerciali nei fine settimana, sale gioco, musei, mostre, palestre, piscine, cinema e teatri. La didattica a distanza sarà al 100% per le scuole superiori. I trasporti pubblici viaggeranno al 50% della capienza”.