Home Cronaca Cronaca Pisa

Rapina gioielleria finisce nel sangue a Pisa

0
CONDIVIDI
Tragedia ieri sera a Pisa dove una rapina ad una gioielleria ci è scappato il morto. Il tutto è avvenuto intorno alle 19.30

PISA. 14 GIU. Tragedia ieri sera a Pisa dove una rapina ad una gioielleria ci è scappato il morto. Il tutto è avvenuto intorno alle 19.30. A morire uno dei banditi, uno straniero 30enne, che è stato ucciso dal titolare del negozio, Daniele Ferretti, 69 anni. La gioielleria è quella in via Battelli, nei pressi del centro cittadino.

Un altro bandito o forse due sarebbero fuggiti a piedi.

Il gioielliere avrebbe estratto l’arma dopo che i banditi, anche loro volta armati, avrebbero minacciato la moglie che si trovava in negozio.

Daniele Ferretti è stato rapinato più volte negli ultimi anni, mentre il 30 luglio 1999 i malviventi che volevano rapinarlo lo accoltellarono facendolo finire in ospedale in prognosi riservata.

Da una ricostruzione il gioielliere avrebbe estratto la pistola intimando ai banditi di restare calmi e andarsene. Per tutta risposta uno di loro avrebbe sparato verso la moglie senza colpirla e a questo punto lui avrebbe sparato.

Nel negozio sono stati rinvenuti tre bossoli e persone che abitano sopra la gioielleria hanno spiegato di aver sentito almeno tre o quattro colpi.